Solo una “mente classica” arriverebbe a pensare che Botrugno deriva dal greco BOTRUS e vuol dire grappolo d’uva;

Solo un acuto punto di vista arriverebbe a pensare che l’intento è proprio quello di esaltare la qualità di questo grappolo (B sta per Botrus), in termini attualmente in voga, il “terroir”, l’interazione di clima, terreno e vitigno autoctoni (i vertici del triangolo), abilmente orchestrati, da “spremere” per raccogliere la materia prima nelle migliori condizioni possibili;

Solo un’ardita ipotesi porta ad associare il porto di Brindisi con i suoi due seni ad un calice di vino, in effetti un particolare luogo geografico in cui ottenere una tipicità riconoscibile: identificazione e coinvolgimento completo dei produttori lungo l’intera filiera, viti e vini cultori, garanzia personale di tracciabilità.

La nuova filosofia dell’azienda è quella di produrre vini di qualità, in definitiva di rispondere alle esigenze dei consumatori ed alla nuova dinamica dei consumi, impegnandosi nel garantire personalmente il prodotto che si vende, conferendogli specifica identità, proponendo più informazione e caratterizzazione di un elemento così saldamente radicato nella nostra storia e parte integrante della nostra cultura.

La comunicazione riguarda specificatamente il territorio di cui il vino è figlio da una parte ed una cultura del prodotto di cui il vino è figlio dall’altra.

Il contatto diretto con il consumatore è uno degli elementi base della comunicazione, l’unico in grado di consolidare l’immagine positiva dell’azienda e di fidelizzazione della clientela.

 

VINI IN DEGUSTAZIONE

PATRUN RÒ NEGROAMARO

Vitigno: Negroamaro

Gradazione alcolica: 13.0°

Colore: Rosso rubino luminoso

PATRUN RÒ PRIMITIVO

Vitigno: Primitivo

Gradazione alcolica: 13,5°

Colore: Rosso rubino intenso

OTTAVIANELLO

Vitigno: Ottavianello

Gradazione alcolica: 12.5°

Colore: Rosso rubino

SENO DI PONENTE

 

Vitigno: Negroamaro e Malvasia

Gradazione alcolica: 13,0°

Colore: Rosa corallo tendente al cerasuolo

0
0
0
s2smodern
Vai all'inizio della pagina